San Romualdo

La chiesa di san Romualdo fu costruita per le esigenze dei monaci provenienti dall’abbazia di sant’Apollinare in Classe. La struttura fu forse eretta sul sito precedentemente occupato dalla chiesa di san Bartolomeo in Turricola, della quale, secondo il Savini, le murature laterali meridionali di san Romualdo costituirebbero gli ultimi lacerti superstiti. L’edificio a pianta cruciforme, con tre cappelle per lato, venne progettato e realizzato dall’architetto Luca Danese tra il 1629 e il 1637, nelle immediate adiacenze del complesso costruito dai monaci camaldolesi oggi sede della Biblioteca Classense. I lavori alla chiesa proseguirono nel corso dei decenni successivi, sotto la direzione di altri architetti, con il completamento della fabbrica e l’aggiunta di annessi. Abbandonata dai camaldolesi a causa delle confische napoleoniche, la chiesa di san Romualdo perse la propria funzione sacra negli ultimi anni del XVIII secolo. Negli anni Trenta del Novecento, dopo un cospicuo restauro, fu adibita a Sacrario dei Caduti in guerra e, nel 2004, anche a sede del Museo del Risorgimento.

Clicca qui per visualizzare nella mappa gli edifici nei dintorni